Fornelli da Campeggio: Meglio Elettrico o a Gas?

Oltre alla tenda da campeggio non dimentichiamoci che dovremo mangiare se vogliamo sopravvivere! 😀

Per cui anche i fornelli da campeggio sono indispensabili se progettiamo di trascorrere molto tempo on the road.

Ma è meglio scegliere un fornello da campeggio elettrico oppure a gas?

Questo articolo mostra come orientarsi con criterio nell’annoso dilemma.

Il mondo dei fornelli da campeggio non avrà più segreti per noi e preparare squisiti manicaretti o anche un semplice caffè caldo, in campeggio come in viaggio, diventerà un gioco da ragazzi.

Fornelli da campeggio o fornelli portatili?

Innanzitutto occorre fare una distinzione fra fornelli più propriamente detti da campeggio e fornelli (o piastre) portatili.

Anche se i due termini sono diventati sinonimi nell’accezione comune, in realtà indicano due dispositivi differenti.

Un fornello da campeggio è concepito in primo luogo per adattarsi alle necessità di chi intende trascorrere un periodo di tempo più o meno lungo in campeggio, o comunque all’aperto: dev’essere maneggevole, pratico e soprattutto poco ingombrante, visto che fra le attività “outdoor” figurano anche escursioni e trekking (e non solo il campeggio vero e proprio, inteso come struttura turistica per fare camping).

Di conseguenza, dover trasportare per lunghe distanze un dispositivo farraginoso e pesante diventa fastidioso e può rappresentare un inconveniente.

I fornelli da campeggio invece fanno delle dimensioni ridotte il loro punto di forza.

In soldoni, i fornelli da campeggio dovrebbero occupare il minor spazio possibile, essere comodi da trasportare sia in macchina che in bici e non richiedere eccessiva manutenzione.

Viceversa, i fornelli portatili propriamente detti devono sì avere dimensioni raccolte ed essere intuitivi, ma si possono utilizzare anche in contesti come grigliate all’aperto o per riscaldare le vivande in albergo.

Ironicamente quindi sono proprio i cosiddetti fornelli portatili veri e propri ad avere meno necessità in fatto di ingombro, dal momento che quasi sempre sarà possibile utilizzarli su piani cucina o comunque in spazi meno ristretti rispetto ai fornelli da campeggio.

Ironicamente, quindi, sono proprio i fornelli “portatili” (a discapito del nome) quelli più ingombranti e che richiedono più spazio, mentre i fornelli da campeggio si presentano di solito maggiormente raccolti e compatti.

Fornelli da Campeggio a Gas

Chiarita la differenza fra i due tipi di fornello e appurato che a interessarci siano i fornelli da campeggio, vediamo in primo luogo quella che è sicuramente la tipologia più diffusa: i fornelli da campeggio a gas.

Pratici e ideali per chi desiderare trascorrere le giornate all’aperto senza rinunciare alla comodità di poter cucinare i propri cibi preferiti, questi fornelli non sono comunque tutti uguali.

Al contrario dei fornelli elettrici (o piastre), infatti, i fornelli a gas sono così eterogenei che, se abbiamo intenzione di acquistarne uno, avremo solo l’imbarazzo della scelta.

Ma quali sono le differenze principali fra i vari modelli?

E come orientarsi fra le numerose proposte sul mercato?

La prima differenza che si incontra parlando di fornelli da campeggio a gas è proprio il tipo di carburante.

I modelli più diffusi sono quelli alimentati con delle apposite miscele di gas, in genere butano e propano, anche se esistono dei fornelli da campeggio a kerosene e perfino alcuni che, come vedremo, utilizzano dei combustibili “alternativi”.

Altri fornelli si alimentano solo con un determinato tipo di gas, il che potrebbe influire sulle spese di manutenzione del fornello.

Le bombole di solo butano, per esempio, hanno dei prezzi generalmente più alti rispetto al propano, al kerosene o al gas bianco.

Inoltre, è importantissimo utilizzare un fornello da campeggio solo con il combustibile appropriato, per evitare rischi e possibili pericoli.

Quindi, nel momento in cui andremo ad acquistare il nostro fornello da campeggio a gas, documentiamoci attentamente sul tipo di carburante che quel particolare modello richiede e non commettiamo l’errore di utilizzare una bombola di gas non idonea solo perché l’abbiamo trovata in saldo su Internet: le conseguenze potrebbero essere catastrofiche, considerata anche l’elevata infiammabilità del gas.

Basterà prendere le opportune precauzioni e informarsi preventivamente per far sì che il nostro fornello funzioni a lungo e senza particolari problemi.

Fornelli da Campeggio a Gas: Modelli e Tipologie

La seconda differenza fondamentale fra i fornelli da campeggio a gas riguarda l’architettura e la tipologia.

Se non abbiamo particolari problemi di spazio, ad esempio se per spostarci utilizziamo una roulotte oppure un camper, un’ottima soluzione possono essere i fornelli a bombola a due fuochi (ma volendo esistono anche modelli a tre o più fuochi, per adattarsi a tutte le necessità).

Al pari di un tradizionale fornello da cucina, questo tipo di fornelli di campeggio consente di cucinare più alimenti contemporaneamente, gestendo i fuochi in totale autonomia e regolando potenza e calore tramite un’interfaccia a manopole davvero semplice e intuitiva.

Inoltre, questi fornelli da campeggio si alimentano generalmente con delle bombole di semplice gas da cucina, il cui costo è inferiore rispetto a quello di bombole “dedicate” a base di solo butano o propano.

Qui trovi due dei modelli migliori di fornelli da campeggio a gas a più fuochi:

Fornello da Campeggio a Gas - 3 Fuochi

€34,00

Fornello da Campeggio a Gas Marrone Sfumato - 3 Fuochi

€33,00

Un altro modello molto diffuso e più pratico per chi invece ha problemi di spazio è il fornello da bistrò, che per le sue caratteristiche rientra nella categoria dei fornelli da campeggio veri e propri (mentre i fornelli a gas a più fuochi sono più simili ai fornelli “portatili”).

Anche in questo caso l’interfaccia è simile a quella di un fornello da cucina, con manopole che permettono di regolare la fiamma a piacimento.

Nei fornelli da campeggio da bistrò, tuttavia, la bombola ha dimensioni minori e viene inserita direttamente all’interno della struttura del fornello, che avrà bisogno di una base di appoggio sufficientemente spaziosa.

Infine ci sono i fornelli da campeggio a cartucce, decisamente i più comodi ed efficienti per chi ha in programma di trascorrere molto tempo all’aria aperta.

Questi fornelli hanno dimensioni ridottissime (e naturalmente va da sé che sono a un solo fuoco).

A volte si può perfino posizionare il fornello sull’apposita cartuccia senza necessitare di altri piani di appoggio.

Altri modelli, invece, sono collegati alle cartucce tramite un tubo dedicato.

L’unica accortezza da seguire con questi tipi di fornelli da campeggio sta proprio nella scelta delle cartucce.

Infatti alcuni fornelli potrebbero essere incompatibili con una determinata cartuccia, ma nessun problema; in questo caso basterà munirsi di un adattatore (si trovano in commercio e non costano neppure tantissimo) per rendere il nostro fornello da campeggio davvero versatile e universale.

Fornelli da Campeggio Elettrici

L’altra tipologia di fornelli da campeggio è quella elettrica.

Di primo acchito potrebbe sembrare la più indicata per i campeggiatori veri e propri, per chi deve fare trekking e in generale per chi non ha problemi di spazio, dal momento che i fornelli elettrici da campeggio non hanno bisogno di nessun tipo di combustibile né di bombola di gas.

Il vero problema è che per farli funzionare occorre energia elettrica, e quindi una presa di corrente a portata di mano.

Ma non basta: il voltaggio deve infatti essere abbastanza potente, altrimenti il fornello non sarà in grado di scaldare i cibi e ci restituirà solo delle pietanze tiepide e poco appetitose.

In compenso, i fornelli da campeggio elettrici (o piastre elettriche) sono molto indicati se, per esempio, vogliamo scaldarci una buona tazza di caffè corroborante.

Oltretutto possono essere piuttosto versatili, sempre ammesso di poterli collegare a prese di corrente abbastanza potenti.

La maggior parte di questi fornelli da campeggio è a un fuoco solo, ma ne esistono anche varianti a due fuochi che consentono di giostrare con una certa abilità anche la preparazione di più piatti: basta fare un po’ di pratica per coordinare i tempi di cottura.

Se intendiamo acquistare un fornello da campeggio elettrico a più fuochi, tuttavia, assicuriamoci che ci sia una buona distanza fra le piastre in modo da evitare spargimenti di cibo o disastri accidentali.

Anche la lunghezza del filo avrà la sua importanza, a meno che non disponiamo di una prolunga (nel qual caso però il voltaggio sarà quasi certamente inferiore di quello dichiarato, visto che parte dell’elettricità viene “dispersa” attraverso la prolunga stessa).

Il modello di fornello da campeggio elettrico che ci sentiamo di consigliare se ne state cercando uno è senza dubbio questo:

Fornello da Campeggio Elettrico - 2 Fuochi

€48,99

Un vantaggio ulteriore che i fornelli da campeggio elettrici possono offrire è la presenza di coperchi rimovibili.

In questo modo, soprattutto se abbiamo dei figli piccoli in vacanza con noi, non dovremo preoccuparci che possano accendere il fornello per sbaglio rischiando di fare del male a sé stessi o a noi.

Quali fornelli da campeggio convengono di più?

Ci siamo: adesso hai una panoramica delle due principali tipologie di fornelli da campeggio, conosci le loro specifiche e sai cosa aspettarti sia dai fornelli elettrici che da quelli a gas.

Ma come scegliere qual è il tipo di fornello che fa al caso tuo?

Orientarsi fra tipologie, marche e prezzi non è facile, specie se sei alle prime armi.

Per fortuna, il nostro articolo ti fornirà tutte le informazioni di cui hai bisogno per orientare la tua scelta in modo consapevole e puntare al meglio.

Ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione quando ci si appresta ad acquistare un fornello da campeggio.

In primo luogo, devi valutare l’uso che andrai a farne.

Hai intenzione di portare con te il fornello in una struttura attrezzata, come un campeggio coperto o un bungalow?

In tal caso potresti optare per i fornelli da campeggio elettrici.

Ricorda però che le prese di corrente, in un campeggio, saranno a disposizione anche degli altri villeggianti, quindi potresti trovarti nell’eventualità di dover aspettare che si “liberi” una presa per poter scaldare le tue vivande o cucinare i tuoi cibi preferiti.

Inoltre, presta molta attenzione al discorso che facevamo nel paragrafo precedente riguardo al voltaggio: alcuni campeggi infatti sono molto tassativi in materia di consumi.

Soprattutto, informati se nella struttura dove soggiornerai è effettivamente previsto l’allaccio dei propri dispositivi elettrici alla corrente, perché non tutti i campeggi lo consentono (al fronte anche delle spese di gestione).

In alternativa, se disponi di un camper potresti utilizzare la batteria servizi, ma fai attenzione a non esaurirla perché potresti trovarti ad averne bisogno per alcuni strumenti indispensabili, come l’impianto di riscaldamento (se hai intenzione di andare in campeggio d’inverno, oppure in alta montagna).

Esistono anche dei generatori elettrici portatili per i casi di emergenza, ma sono perlopiù molto costosi e difficili da reperire.

Per contro, i fornelli da campeggio a gas sono accettati praticamente in quasi tutte le strutture, ma hanno lo svantaggio di essere più ingombranti e mediamente più costosi, visto che, oltre al fornello vero e proprio dovrai provvedere anche all’acquisto del combustibile.

Ricorda poi che le bombole di gas vanno maneggiate con cautela, in quanto potenzialmente infiammabili, e devono essere appositamente smaltite una volta scariche.

E’ importante anche attrezzarsi di ricambi, nel caso in cui la vostra bombola rimanga a secco proprio mentre siete in campeggio o all’aperto. Dovete avere la possibilità di sostituirla facilmente, ma ricordate che in alcuni fornelli è necessario attendere che la piastra si sia raffreddata prima di poter scollegare la bombola.

Se utilizzate le bombole di gas anche per cucinare nella vita di tutti i giorni, i fornelli da campeggio a gas si riveleranno una soluzione molto versatile e, come abbiamo visto, adatta a qualunque esigenza, sia che intendiate pernottare in un albergo o nel vostro camper sia che vogliate semplicemente godervi qualche ora di trekking.

Il nostro personale consiglio, però, visti anche i costi non elevatissimi, è di procurarsi un fornello per tipo: nel caso che la bombola di gas rimanga a secco potremo servirci della piastra elettrica, mentre se non disponiamo di elettricità o la potenza del voltaggio non è sufficiente per i nostri piatti preferiti, potremo servirci della piastra solo per i caffè e riservare al cibo il nostro fornello da campeggio a gas a più fuochi!

p.s: hai pensato al fatto che avrai bisogno anche di un frigo da campeggio per conservare i tuoi alimenti e per avere bevande fresche sempre a disposizione? GUARDA QUI!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply